facebook
youtube
google+
sardegna click and go

6 COMUNI SARDI SI UNISCONO PER OFFRIRTI

17 ITINERARI NELL’ESSENZA DELLA SARDEGNA PIÙ VERA.

L’ESSENZA È NELL’ESPERIENZA.

Cottura pane carasau Oliena
La Grotta di Sa Hoe Oliena
I panni del pane carasau Oliena
S'Incontru Oliena
Dettaglio del bottone Oliena
Cantina di Oliena

Olièna - accogliente e ospitale località posta alle falde del monte Corràsi - si estende su un’ampia vallata verdeggiante di olivi, mandorli, viti. Il territorio è ricco di emergenze archeologiche e di numerose chiese recentemente restaurate, con un centro storico caratterizzato da architetture semplici ma funzionali.
Numerose le opere d’arte risalenti al ‘400 e al ‘600. Imperdibili i lavori dei maestri artigiani. Venendo a Oliena, non può mancare l’incontro con il Nepente, il vino rosso rubino cantato da D’Annunzio, da accompagnare a tutta la varietà di dolci che la tradizione e la creatività femminile ci hanno consegnato. Occasioni speciali per visitarla sono, in questo senso, S’Incontru a Pasqua e Cortes Apertas nel secondo fine settimana di settembre.
Tanti i percorsi avventurosi, che si spingono alle sorgenti di “Su Gologone” e alla mitica valle di Lanaitho con il villaggio di Sa Sedda ’e sos Carros, la Grotta Corbeddu fin sopra le selvagge cime del Corrasi.



DA NON PERDERE IN QUESTO TERRITORIO

Partecipare alla preparazione del pane carasau e del formaggio

in ogni periodo dell’anno. Nelle case private e negli ovili, previo appuntamento

La vendemmia

Una considerevole parte del territorio di Oliena è impiantato a vigneti e partecipare direttamente alla vendemmia è un’esperienza che consente di entrare in contatto con la vita contadina e la natura. A Settembre lavoro e festa si fondono insieme e si concludono con un pranzo a base di prodotti locali. Contemplare, degustare, fotografare.

Cortes Apertas

terzo fine settimana di settembre. Nei cortili del centro storico e nelle vecchie case, rivivono gli antichi mestieri della vita dei pastori e dei contadini e le massaie si dedicano alla preparazione dei cibi tradizionali. Fabbri, maestri del pellame, ricamatrici, orafi, ecc. Si assiste dal vivo alla preparazione del pane, formaggio, dolci. Esperienza emozionale: contemplare, degustare, fotografare

Festa campestre di N. Signora di Montserrat

prima settimana di settembre. Riti religiosi e festeggiamenti profani con balli, canti a tenore e pranzi comunitari. Contemplare, degustare, fotografare

Oliena

Oliena


Download PDF